A Piacenza, una caserma dei carabinieri è stata sequestrata, dieci uomini dell’Arma, tra arrestati ed indagati sono sotto accusa per estorsione, tortura e spaccio.

A Piacenza, una caserma dei carabinieri è stata sequestrata, dieci uomini dell’Arma, tra arrestati ed indagati sono sotto accusa per estorsione, tortura e spaccio. Una squadra criminale dedita al traffico di sostanze stupefacenti. Utilizzavano la copertura di una istituzione dello Stato, la caserma, per picchiare e torturare gli spacciatori che non sottostavano al loro metodo. Le intercettazioni ambientali e le prove documentali non sembrano essere fallaci. Quindi i carabinieri della caserma “Levante” di Piacenza spacciavano droga. Molto più che criminali o malfattori. Molto ma molto peggio, con la loro condotta scellerata hanno trascinato nella putrida melma la divisa, la dignità e l’onore, hanno inquinato di fango il sangue di un intero corpo di polizia, hanno tradito la nostra fiducia e abusato del potere che noi gli abbiamo affidato per difendere i nostri diritti. La nostra coscienza chiede verità e giustizia. La nostra Costituzione grida vendetta. Adesso giustizia veloce, esemplare e severa.
Chi si è macchiato di così esecrandi crimini imparerà in carcere il rispetto supremo della divisa, del Corpo, dello Stato. Non c’è nessuna speranza per l’Italia se persino i carabinieri spacciano droga.
rlferrara

Lascia un commento