In casa o in campagna, preferibilmente in affitto e con tutta la famiglia appresso, cani inclusi.

In casa o in campagna, preferibilmente in affitto e con tutta la famiglia appresso, cani inclusi. L’estate 2020 ricorderà un po’ quelle degli anni Sessanta, quando si partiva per le ferie, auto stracarica di bagagli e famiglia. Ed è la Sicilia a fare la parte del leone. Lo rivela una ricerca Airbnb. Vacanze in Italia per l’82% degli italiani, contro il 55% dell’anno scorso. Tra le destinazioni più cercate, Sicilia, Sardegna, Puglia, Trentino Alto-Adige e Costa Etrusca (in Toscana e Lazio). Complice poi la necessità di distanziamento sociale, si cerca soprattutto una casa “indipendente” (62% contro il 7% degli appartamenti, con un +21% sullo stesso peridoo nel 2019), che diventa essa stessa la vera destinazione del viaggio. Sarà un’estate diversa anche nella durata e nei “contenuti”. Terminata per ora l’epoca dei week-end mordi e fuggi e dei tour a tappe, il 66% delle ricerche riguarda soggiorni di durata superiore a una settimana (lo scorso anno era il 32%) mentre calano vistosamente i week end (-70%). Smaltite poi gran parte delle ferie disponibili durante il lockdown, si cercherà di proseguire a lavorare in smartworking. Ecco allora che due elementi diventano fondamentali nella scelta della casa: piscina e wifi. Uno per lavorare a distanza, l’altra (che per la prima volta sale in cima alle richieste) per intrattenere nel frattempo i bambini e forse anche come ancora nel caso di improvvise nuove restrizioni alla circolazione o all’accesso alle spiagge. Seguono la possibilità di portare il proprio animale domestico (almeno 1 famiglia su 3 con ricerche quadruplicate), cucina accessoriata, jacuzzi e aria condizionata.
Fonte ANSA

Lascia un commento